Home » I FERRI DEL MESTIERE DEL CHIRURGO LAPAROSCOPICO

I FERRI DEL MESTIERE DEL CHIRURGO LAPAROSCOPICO

Nella chirurgia laparoscopica ci sono strumenti che sono comuni a quelli della chirurgia tradizionale, ma si utilizzano anche alcuni strumenti dedicati, che oggi vi illustro.

STRUMENTI LAPAROSCOPICI DI BASE

Questo gruppo comprende sia strumenti che hardware, che consentono al chirurgo laparoscopico di effettuare l’intervento mininvasivo; si tratta di:

telecamera con colonna video (che consente di visualizzare il campo operatorio)

pinze, forbici e porta aghi (che pur derivando da quelli di chirurgia tradizionale, sono in realtà di forma differente e a volte dotati di tecnologie addizionali)

trocar (si tratta di cannule che fungono da porte d’accesso per tutti gli strumenti operatori)

Colonna video
videocamera per chirurgia laparoscopica
Telecamera
diverse forbici per intervento laparoscopico
Diversi tipi di forbici
trocar visti dall'alto sul tavolino chirurgico
Trocar
Trocar chirurgico
Trocar

L’IMPORTANZA DEI MATERIALI DEDICATI

Accanto a questi “ferri del mestiere” abbiamo i materiali dedicati alla laparoscopia, che sono altrettanto importanti: reti, aghi e fili, mezzi di fissità e colle.

Le RETI LAPAROSCOPICHE hanno un ruolo fondamentale perché non solo devono avere caratteristiche specifiche, ma devono essere anche utilizzabili con la metodica laparoscopica: nello specifico poter entrare nei trocar e poter essere gestite in modo semplice in spazi ristretti.

Diverse tipologie di reti utilizzate dal Dr. Rovagnati

Anche i MEZZI DI FISSITA’ sono fondamentali per garantire, laddove necessario, un fissaggio corretto della rete.

mezzo di fissità chirurgico
mezzo di fissità chirurgico
mezzo di fissità chirurgico
mezzo di fissità chirurgico

Non ultimi per importanza, i FILI (che hanno caratteristiche assai diverse tra loro: alcuni sono costituiti da fili intrecciati, altri in monofilamento, assorbibili o permanenti, altri ancora hanno forme particolari che semplificano le suture), e gli AGHI che devono essere resistenti, poco malleabili e di dimensioni tali da poter anch’essi entrare nei trocar.

aghi per chirurgia laparoscopica
aghi per laparoscopia

Tutti i materiali utilizzati devono essere selezionati con oculatezza, e la scelta sarà dettata sia dal difetto da correggere, sia ponderata dall’esperienza del chirurgo.

LA NECESSITA’ DI UNA STRUMENTAZIONE AL PASSO COI TEMPI

Che il chirurgo conosca nei minimi dettagli i materiali che il mercato offre è evidentemente un requisito cruciale per poter effettuare la scelta più appropriata in funzione di ogni singolo caso da trattare.

É vero però anche che le amministrazioni ospedaliere dovrebbero appoggiare pienamente e con slancio chi riesce a stare al passo con l’evoluzione tecnologica, offrendo all’utenza un servizio d’eccellenza.

Eccellenza che non è prodotta solamente da medici competenti e talentuosi, ma anche dalla possibilità di usufruire sia di materiali che di devices di sempre più nuova concezione (telecamere ad alta risoluzione 4K, 3D, letti operatori dedicati alla laparoscopia, generatori di potenza sempre più intelligenti, e finanche braccia robotiche).

Poiché la mia dedizione alla chirurgia laparoscopica è fortissima, ho deciso di dotarmi autonomamente di una sonda ecografica di nuovissima concezione di cui vi parlerò nel prossimo post. Non perdetevelo!

ARTICOLI RECENTI

MESHED – PRESI NELLA RETE. FINALMENTE UN CONGRESSO DI NUOVO IN PRESENZA

Ritornare a partecipare in presenza ad un congresso è stato emozionante. Tanti gli argomenti toccati, tra cui: la prevenzione chirurgica dei difetti di parete; l’approccio extraperitoneale alle ernie di confine; il futuro della riparazione mininvasiva delle ernie ventrali ed incisionali; le nuove frontiere della chirurgia robotica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo con la tua rete sul social network che preferisci!